Skip to content

Caverna del sergente Romano

8 gennaio 2013

Inaugurazione 9

LA CAVERNA DEL SERGENTE ROMANO ALLE PIANELLE
NEL CIRCUITO DEL TURISMO OUTDOOR REGIONALE

Grande riscontro a livello regionale dell’iniziativa promossa dal Centro Speleologico dell’Alto Salento di Martina Franca che sabato 5 gennaio, in occasione del 150° anniversario della morte di Pasquale Romano, figura leggendaria dell’insorgenza legittimista meridionale, ha inaugurato una lapide memoriale collocata all’ingresso sulla parete esterna della famosa caverna dove nel 1862, in una riunione segreta, l’ex sergente dell’esercito borbonico Pasquale Domenico Romano fu destinato al comando di una formazione di briganti composta da circa 200 uomini.

Sono oltre un centinaio le prenotazioni pervenute in pochi giorni da tutta la Puglia ma anche dalla Basilicata e Calabria per visitare nel mese di aprile la grotta.

All’evento hanno partecipato circa 30 escursionisti ed è stato patrocinato dalla Regione Puglia grazie al contributo del presidente della giunta e delpPresidente del consiglio regionale. Si ringrazia anche per il patrocinio e le autorizzazioni l’assessore alla Cultura del Comune di Martina Franca (prof. Antonio Scialpi), all’Ambiente (Stefano Coletta), il direttore della Riserva Naturale Regionale “Bosco delle Pianelle” (ing. Mandina), e la Provincia di Taranto (Parco Terra delle Gravine). Un ringraziamento va infine al consigliere regionale prof. Francesco Laddomada che ci ha accompagnati durante l’escursione partecipando allo scoprimento e inaugurazione della lapide. Hanno inoltre partecipato i rappresentanti delle associazioni ARCA PROMOTER, FEDERAZIONE SPELEOLOGICA PUGLIESE, UNIVERSITA’ POPOLARE “ZEUS” DI TARANTO e il GRUPPO RICERCA STORICA DI LOCOROTONDO.

Il Centro Speleologico ha inoltre aderito al convegno storico presieduto dallo scrittore Valentino Romano che si è svolto nel pomeriggio a Gioia del Colle sul tema “IL SERGENTE ROMANO TRA STORIA E LEGGENDA”. In questa circostanza lo storico prof. Mario Guagnano ha pubblicamente ringraziato il Centro Speleologico di Martina Franca per l’interessante iniziativa contemporaneamente effettuata alla caverna delle Pianelle.

Inaugurazione 12

L’iniziativa del Centro Speleologico dell’Alto Salento, che culminerà a primavera nei giorni 1 – 7 – 14 – 21 – 25 e 28 Aprile 2013 con il programma escursionistico “SUI SENTIERI DEI BRIGANTI”, ha come obiettivo quello di far conoscere una parte del grande patrimonio carsico sotterraneo, epigeo e naturalistico che si sviluppa all’interno delle murge tarantine, dove nella roccia del periodo cretaceo, formatasi circa 65 milioni di anni fa, si aprono profonde gravine e decine di grotte e caverne immerse in una vegetazione straordinaria fatta anche di querce secolari.
In questi luoghi il nostro centro ha portato alla luce e segnalato alla Soprintendenza Archeologica e ai ricercatori di Istituti Universitari numerosi insediamenti preistorici in grotta. Si tratta di un’eredità culturale notevole che ci auguriamo possa un giorno trovare un’adeguata valorizzazione e collocazione museale.

Questo paesaggio, con le sue caratteristiche impervie e selvagge, le misteriose grotte, gli strapiombi, le “pentime” come quella denominata “Del Cavallo”, i tortuosi sentieri facilmente raggiungibili dal “Tratturello Martinese”, antichissima e lunga “via erbosa” di transumanza, come l’ha definì lo storico Italo Palasciano, sono stati i luoghi prediletti non solo degli antichi cacciatori paleolitici, i luoghi di culto dei neolitici e delle genti dell’età dei metalli ma anche il vero “REGNO DEI BRIGANTI”, sia di quelli preunitari che delle bande legittimiste come quella del Sergente Romano.
La riscoperta di questi luoghi, insieme al loro ricco patrimonio ECOMUSEALE (masserie, iazzi, trulli, neviere, trappeti, cappelle, tratturi ecc), potrebbe favorire un turismo 0utdoor finora poco sviluppato e ancora non adeguatamente incentivato.

Silvio Laddomada
(Presidente del Centro Speleologico dell’Alto Salento)

2 commenti leave one →
  1. GOT permalink
    21 gennaio 2013 4:03 PM

    Se avete bisogno di collaborazione per la creazione di percorsi turistici, sono a Vs. disposizione.
    Nel ricercare i luoghi del Sergente ROMANO, sono state da me scoperte 3 figure preistoriche, tracciate al suolo (pascolo), della grandezza di circa 200 x 300 metri.
    Sono state snobbate dai sindaci dei Comuni di Castellaneta e Laterza, dove le figure sono ubicate (e da altri come: Alberto Angela, Giuseppe Andreassi, ecc).
    Se volete vederne le foto, ecco l’indirizzo web:
    http://www.casadeililla.com/sergente_romano/sergente romano.htm

    Gabriele Orfino Tancorre
    (autore del libro: “Il Sergente ROMANO da Gioja, in Terra di Bari”, dove sono pubblicati, per la prima volta, i documenti che furono trovati addosso al Sergente, e le relative trascrizioni.)

  2. 25 marzo 2014 5:10 PM

    salve, sono uno scrittore amaoriale, avrei bisogno di visitare un po di posti briganteschi chi mi puo dare una mano?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: