Skip to content

Studio fenomeni carsici, Laddomada chiede coinvolgimento della Fsp

2 giugno 2014

Una nota del consigliere Francesco Laddomada,  segretario componente V Commissione consiliare, del 30 maggio 2014 

Ho sottoposto all’assessore Angela  Barbanente il tema dell’utilizzo delle risorse di cui all’art. 45 della Legge di Bilancio di previsione 2013/2014, che ha previsto lo stanziamento di 100.000,00 euro, per lo Studio di fenomeni carsici e attività esplorative di cavità di recente rinvenimento, in particolare per quelli di rilevante interesse scientifico, diretto alla verifica della qualità e della quantità delle acque sotterranee.
Ho lamentato, in una nota,  la mancata audizione  in V Commissione (seduta del 27.03.2014 – audizioni), della Federazione speleologica pugliese che ha un ruolo importante, previsto anche dalla L.R. 33/2009, che ha affidato la conservazione e l’aggiornamento del “Catasto delle grotte e delle cavità artificiali” dello stesso, mediante apposita Convenzione, alla citata alla Federazione convenzionata con la Regione Puglia.
Sulla base di tale Convenzione e della meritoria attività svolta sul Territorio dai 22 gruppi di speleologi federati (e della Commissione Catasto Cavità Artificiali) ho proposto, a suo tempo,  alla Commissione l’invito ad audire il presidente della Federazione.
La FSP infatti è in prima linea nella conoscenza e salvaguardia  del patrimonio carsico di Puglia, mediante servizi di studio e supporto alla ricerca scientifica, attività di censimento e catalogazione del patrimonio speleologico regionale, con la realizzazione di diversi Progetti catastali e di una importante Banca dati.
A tal proposito, oltre all’ incomprensibile quanto ingiustificata ragione per cui non è stata accolta la mia proposta di audizione della Federazione in Commissione, ho chiesto  all’assessore con quale criterio avverrà la ripartizione e/o l’utilizzo dei Fondi stanziati dalla legge regionale di Bilancio a favore di interventi per l’esplorazione dei fenomeni carsici, auspicando che le risorse di cui al richiamato art. 45 siano utilizzate e ripartite in una logica di priorità dettata da comprovate esigenze di Studio e da un uso appropriato.
Advertisements
One Comment leave one →
  1. dino grassi permalink
    3 giugno 2014 9:59 AM

    ringrazio il consigliere Laddomada per l’attenta puntualizzazione in merito a quanto si vuol compiere in ambito oserei clienterale, augurandomi (conoscendola) che la dott.ssa Barbanente presti più attenzione a tematiche già ben definite in ambito regionale e di non farsi coinvolgere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: